PrivatiBlogFutura mamma single per scelta: "per fare un bambino ci vuole un intero villaggio"
Mamma single per scelta

Futura mamma single per scelta: "per fare un bambino ci vuole un intero villaggio"

By Cryos | 8/29/2018
Mamma single per scelta

Ellen, una Futura mamma single per scelta, condivide i suoi pensieri sulla decisione di avere un figlio da sola e racconta come ha reso il tutto più divertente coinvolgendo parenti e amici nella scelta del donatore.

Per crescere un bambino ci vuole un intero villaggio (oppure, nel mio caso, per farne uno)!

È strano: in molte culture del mondo non c'è una traduzione per l'espressione "madre single". È un concetto che non esiste. Non perché le donne non allevino i figli senza la partecipazione del padre biologico, ma perché li allevando in una comunità, in una famiglia molto allargata. Non sono single, non sono sole, non sono lasciate sole.

La mia decisione di essere una mamma single per scelta, come per molte altre donne, non è stata immediata. Il piano A era quello di innamorarmi, sposarmi e formare una famiglia, ma le cose non sono andate proprio così.

A 30 anni e dopo molta ricerca interiore ho stabilito che le mie priorità (amare qualcuno e avere un figlio) non dovevano per forza essere legate tra loro e sono giunta alla conclusione che separandole avrei potuto seguire il percorso di ciascuna di loro in modo molto più autentico. Sono riuscita a realizzare il mio piano di diventare madre senza dover aspettare l'uomo "giusto" al momento "giusto" e ad amare senza la pressione del mio orologio biologico.

Convinta della mia scelta e con l'aiuto del gruppo di amici e familiari più solidale che potessi desiderare, era arrivato il momento di scegliere un donatore!

Se qualcuno ha mai avuto a che fare con gli appuntamenti online, saprà che scegliere un donatore di seme è un po' come organizzare un appuntamento online, ma all'ennesima potenza! Scorri verso destra per dire "sì" o verso sinistra per il "no"... beh, non è proprio così! Nel trattamento di fertilità non c'è nulla che abbia a che fare con l'innamorarsi durante una cena a lume di candela! Così ho deciso che sarebbe stato bello rendere l'esperienza un po' più divertente!

Dopo aver ristretto (con l'aiuto di mia mamma!) la scelta del mio donatore a 9 profili, ho mostrato l'elenco ai miei famigliari e ai miei amici. Proprio a tutti: dalla mia figlioccia che ha 10 anni a mia nonna che ne ha 86! Ho chiesto loro di leggere i profili, di scegliere quello che preferivano e di spiegare perché ritenevano che il donatore da loro scelto fosse quello ideale.

Ovviamente, essendo piuttosto indipendente, avevo già individuato il mio donatore preferito, ma è stata un'esperienza meravigliosa vedere che tutte le persone a cui voglio bene e a cui tengo hanno dedicato il loro tempo a valutare i donatori e darmi risposte dettagliate a proposito del loro preferito e dei motivi. Ancora più speciale è stato vedere che il donatore più votato era anche quello che avevo già selezionato io! Tutti hanno appoggiato al 100% la mia decisione di andare avanti nel percorso!

Dopo poche settimane dall'incontro per la scelta del donatore, ho iniziato il trattamento. Avevo deciso di saltare la IUI e di passare direttamente al trattamento IVF, non perché qualcosa nei miei risultati indicasse che fosse necessario, ma perché ritenevo opportuno spendere i miei soldi per il trattamento con la più alta probabilità di riuscita.

A ogni appuntamento mi hanno accompagnato parenti o amiche; una delle miei migliori amiche ha potuto addirittura entrare nella stanza con me in occasione del trasferimento del 5° giorno. Un coinvolgimento così stretto ha consentito ai miei parenti e amici di partecipare in modo personale e profondo al mio percorso e non mi sono mai sentita sola.

Purtroppo il primo tentativo non ha avuto esito positivo ma ho diverse provette in deposito, pronte per quando avrò risparmiato abbastanza da potermi sottoporre a un secondo ciclo di trattamento. Fortunatamente ho solo 32 anni, quindi ho ancora un sacco di tempo e lo trascorrerò circondata dalla mia meravigliosa rete di amici, creando incredibili ricordi e (non si sa mai) forse persino trovando l'amore!

Incrociate le dita per me e fatemi un grande "in bocca al lupo"!

/Una futura mamma single per scelta

Nota: Ellen è un nome fittizio che abbiamo usato perché l'autrice preferisce rimanere anonima.

Sei single e stai pensando fare un figlio con l’aiuto di un donatore di seme. Contatta il Servizio Clienti Cryos, e ti aiuteremo con informazioni sulle varie opzioni di trattamento.