PrivatiPer i genitorCome spiegare a tuo figlio che è stato concepito con l'aiuto di un donatore?

    Come spiegare a tuo figlio che è stato concepito con l'aiuto di un donatore?

    Come genitore di un bambino concepito con l'aiuto di un donatore probabilmente avrai riflettuto su come parlargli del donatore. Qui puoi trovare ispirazione e consigli su quando e come parlare con tuo figlio del concepimento tramite un donatore.


    Spesso i bambini hanno domande su sé stessi, su come sono venuti al mondo. Queste informazioni li aiutano a delineare la loro storia e a comprendere il significato della famiglia. Per i bambini concepiti con l'aiuto di un donatore però le cose non sono come nella tradizionale storia delle api e dei fiori. Se hai avuto un figlio con l'aiuto di un donatore di seme è bene iniziare presto a pensare a come spiegargli che è stato concepito grazie a un donatore. 

    Una mamma parla con il suo bambino concepito grazie a un donatore di seme, che ha aiutato donne di tutto il mondo

    Quando parlare a tuo figlio del donatore? 

    Alcuni genitori iniziano a raccontare la storia del concepimento grazie a un donatore del fatto che "un uomo generoso ci ha aiutato a realizzare il nostro sogno più grande" quando il loro bambino è molto piccolo. Altri preferiscono aspettare un po'. Il momento e il modo in cui l'argomento emerge ovviamente è molto personale e può dipendere dalla tua struttura familiare. I bambini che crescono con mamme lesbiche o con una mamma single possono iniziare a fare domande abbastanza presto, quando si rendono conto che altri bambini hanno un papà. I genitori eterosessuali di bambini concepiti con l'aiuto di un donatore dovranno comunque iniziare a parlarne, a un certo punto. Il consiglio generale, approvato anche dalla docente di ricerca familiare Susan Golombok, è questo: quanto prima, tanto meglio.

    Iniziare presto offre diversi vantaggi sia per te che per il bambino. Ad esempio:

    • Puoi raccontare le cose con sincerità e fiducia. All'inizio magari non saprai esattamente cosa vuoi dire o come parlare del donatore. Se inizi presto, quando il bambino è ancora piccolo, puoi esercitarti a raccontare i fatti e acquisire fiducia prima che inizi a mostrare interesse e a fare domande.
    • Eviti i segreti. Secondo il Donor Conception Network, i figli dovrebbero idealmente crescere senza ricordare il momento in cui hanno saputo di essere stati concepiti con l'aiuto di un donatore. Adottando un atteggiamento aperto e trasparente fin dall'inizio, raccontare come sono andate le cose risulterà spontaneo, senza apparire come un evento, così non avrà la sensazione che gli sia stato tenuto nascosto qualcosa.
    • Il vostro rapporto sarà probabilmente migliore. Gli studi della docente di ricerca familiare Susan Golombok dimostrano come i bambini che sanno come sono andate le cose fin dalla più tenera età (prima dell'età scolare e possibilmente anche prima) maturino un rapporto più stretto con i genitori durante la crescita, con sentimenti più positivi nei confronti del fatto di essere stati concepiti con l'aiuto di un donatore.  

     

    Un mamma racconta al suo bambino del concepimento tramite un donatore mentre gli cambia il pannolino

    Storie personali – Come spiegare a tuo figlio che è stato concepito con l'aiuto di un donatore 

    I genitori di bambini concepiti grazie a donatori spesso hanno dei modi creativi per raccontare i fatti e parlare del donatore di seme e di come è nata la loro famiglia. Nel seguente TED Talk, Veerle Provoost, filosofa e scienziata sociale, espone degli esempi tratti dai suoi colloqui con bambini concepiti tramite donatori e con i loro genitori. 

    Se hai dubbi su come parlare con tuo figlio del donatore, potrebbe essere utile sapere come ne parlano gli altri genitori. Nei seguenti post trovi le testimonianze di genitori di bambini concepiti con l'aiuto di donatori che condividono la loro esperienza e offrono consigli su come parlare del donatore con tuo figlio: 

     

    Una mamma e la sua bambina leggono un libro per bambini sul concepimento con l'aiuto di un donatore

    Libri per bambini che spiegano il concepimento con l'aiuto di un donatore

    Quando verrà il momento potrebbe essere utile aiutarsi con un libro per bambini che spieghi il concepimento con l'aiuto di un donatore o che parli dei diversi tipi di famiglia. Abbiamo preparato un elenco di libri di questo tipo, in inglese, ma esistono ottimi libri per bambini sull'argomento in molte lingue. Un'altra possibilità consiste nel realizzare un libro personale sul tuo bambino e su come è stato concepito. Può essere un album di ritagli o un album fotografico personale che tu e il tuo bambino potrete sfogliare insieme.

    Alcuni ottimi libri per i bambini concepiti con l'aiuto di donatori

     

    Altri consigli su come parlare a tuo figlio del donatore

    Cercare consigli su come parlare a tuo figlio del suo donatore è perfettamente naturale, e può essere di grande aiuto. Ricorda però che, in quanto genitore, nessuno conosce tuo figlio meglio di te, quindi sei la persona ideale per sapere come interagire con lui a proposito di questo argomento.
    Abbiamo raccolto alcuni consigli generali su come spiegare a tuo figlio che è stato concepito con l'aiuto di un donatore. 

    • Sii orgoglioso della tua famiglia e di come è nata
    • Tieni aperta la conversazione
    • Ricorda che sarai sempre il suo genitore
    • Rispetta la sua storia

     

    Sii orgoglioso della tua famiglia e di come è nata

    Per i genitori dei bambini concepiti con l'aiuto di donatori è decisamente consigliabile essere aperti e orgogliosi della loro famiglia. Non devi esagerare, ma trattando con naturalezza l'argomento del concepimento con l'aiuto del donatore e parlando apertamente con tuo figlio e con le altre persone dell'aiuto del donatore, si sentirà più a suo agio e sarà orgoglioso della sua storia. Sapere da dove veniamo è una parte importante di ciò che siamo. Spiegagli che lo hai desiderato intensamente e che grazie alla generosità di un'altra persona ha avuto la fortuna di venire al mondo. È una cosa di cui essere orgogliosi.   

    Tieni aperta la conversazione 

    Parlare con tuo figlio del donatore è un processo continuo. Via via che cresce potrebbe avere nuove domande e provare sensazioni differenti. È importante aiutarlo ad affrontare questo problema. Potresti non avere le risposte a tutte le domande, ma un dialogo aperto e sincero lo aiuterà a sentirsi a suo agio quando ti espone le sue domande e le sue perplessità. Digli quello che sai e parla del donatore in termini positivi, ma fai attenzione a non esagerare o creare aspettative non realistiche nei confronti del donatore. Tieni presente che un giorno potrebbe cercare di contattare il donatore

    Ricorda che sarai sempre il suo genitore

    Alcuni genitori si preoccupano di come i loro figli reagiranno alla notizia di non essere biologicamente correlati con loro. A un certo punto possono sorgere domande, sentimenti di frustrazione e altro, soprattutto se non lo si dice al bambino quando è ancora molto piccolo. Ma ricorda che a fare una famiglia non è la genetica, bensì i legami personali, le tradizioni e i rituali, l'amore tra di voi e l'aiuto reciproco. Tuo figlio saprà qual è la sua famiglia, anche se la sua curiosità lo porterà a cercare il donatore o i bambini nati con l'aiuto del suo stesso donatore. Conoscere il donatore non significa abbandonarti o amarti meno.

    Rispetta la sua storia 

    Nei primi anni di vita, spetta a te raccontare al tuo bambino la storia di come è venuto al mondo. E anche raccontarlo agli altri (ad esempio all'insegnante della sua scuola primaria) può essere utile, così la sua storia sarà considerata e sostenuta anche quando ai suoi compagni racconteranno la storia delle api e dei fiori. Arriverà poi il momento in cui sarà abbastanza grande per decidere autonomamente quando parlare del suo donatore e con chi parlarne; a quel punto sarà la sua storia da raccontare, non la tua. Come genitore devi rispettare questo fatto e accettare la storia che tuo figlio elabora e sceglie di raccontare.  

    Se desideri altri consigli su come raccontare a un bambino la storia del suo concepimento, puoi leggere questo post dedicato ai modi in cui parlare con tuo figlio del fatto che è stato concepito con l'aiuto di un donatore.