PrivatiPer i genitorContattare il donatore di seme

    Contattare il donatore di seme

    Per alcune persone concepite con l'aiuto di un donatore, le informazioni di base sul donatore possono bastare. Altre invece sono curiose di avere dettagli più approfonditi sulle loro origini genetiche. Come reagire e aiutare tuo figlio, se un giorno ti chiedesse di poter incontrare il suo donatore?


    Se hai avuto un figlio con l'aiuto di un donatore, probabilmente gli avrai detto che un giorno un uomo generoso ha realizzato il tuo sogno di avere un bambino donando il proprio seme. Per alcuni bambini sarà sufficiente a soddisfare la curiosità verso le proprie origini, ma altri faranno parecchie domande e forse un giorno avranno il desiderio di incontrare il loro donatore di seme.

    Bambino che incontra il donatore di seme per conoscere le proprie origini genetiche

    Mio figlio vorrebbe incontrare il donatore; cosa posso fare?

    Alcuni bambini sono curiosi di saperne di più, andando oltre le informazioni riportate nel profilo del donatore. Ecco alcuni consigli su come comportarti se tuo figlio vuole incontrare il donatore.

    • Digli se è possibile contattare il donatore oppure no
      Se tuo figlio manifesta il desiderio di incontrare il donatore, innanzitutto occorre spiegargli se e quando sarà possibile. Si tratta di un donatore con Identità Rilevabile o con Identità Non Rilevabile? Tuo figlio è abbastanza grande per poterlo contattare? Noi di Cryos possiamo dare a tuo figlio informazioni sul suo donatore con Identità Rilevabile dopo che avrà compiuto 18 anni. Alcuni bambini chiederanno presto se possono incontrare il loro donatore e probabilmente in quel momento un semplice "sì" o "no" sarà sufficiente. 
       
    • Se hai sentimenti contrastanti non c'è nulla di male, ma tienili per te 
      Se l'idea che tuo figlio possa incontrare il donatore e altri parenti genetici ti procura disagio e agitazione o magari anche un po' di ansia, non ti preoccupare: accade spesso. Come genitore è perfettamente normale che tu abbia a cuore la felicità e il benessere di tuo figlio, ma molti genitori di bambini concepiti con l'aiuto di donatori temono che loro figlio stia cercando nel donatore qualcosa che non riesce a trovare nei genitori. Si preoccupano anche di quello che potrebbe scoprire o non scoprire e delle conseguenze che questo potrà avere sul figlio e sul loro rapporto con lui. Devi però ricordare che la questione non riguarda te: riguarda tuo figlio, che sta cercando di conoscere meglio se stesso, sta cercando risposte a proposito della propria identità per capire le proprie origini e magari conoscere meglio la propria storia medica. Cerca di mettere da parte i tuoi sentimenti e assicurati che possa parlarne senza disagio. C'è il rischio che eviti di parlare apertamente con te se la sua curiosità ti appare come un tradimento o ti ferisce. 
       
    • Aiutalo a prepararsi
      Conoscere il donatore procurerà probabilmente un mix di paura ed entusiasmo a tuo figlio. Come genitore puoi aiutarlo a prepararsi parlando apertamente di come avvicinarsi al donatore e chiedendogli quali aspettative ha e cosa spera che derivi dall'incontro. Dovresti anche parlargli dell'eventualità che il donatore non sia raggiungibile o che preferisca non avere contatti. Qui di seguito trovi alcuni possibili sviluppi dei tentativi di contattare un donatore. 
       
    • Fagli sapere che gli rimarrai vicino, comunque vadano le cose
      Se vuole contattare il donatore hai due opzioni: sostenerlo oppure no. Può sembrare difficile, ma ti invitiamo a rifletterci. Se desidera rintracciare il donatore è probabile che lo faccia in ogni caso, con o senza il tuo aiuto. E forse preferirai essergli vicino quando parla con il suo il donatore, o quando lo incontra per la prima volta. Probabilmente vivrà emozioni intense e contrastanti, e non è detto che possa trovare quello che cerca. Esiste anche il rischio che venga rifiutato dal donatore o dalla sua famiglia e che abbia quindi bisogno di conforto e di sostegno, preferibilmente dai suoi genitori. Un eventuale rifiuto dipenderà dal donatore, dalla sua situazione familiare, dalle sue insicurezze o dalla mancanza di comprensione; sicuramente non sarà colpa di tuo figlio, ma sarà opportuno che gli venga ricordato dalle persone che gli vogliono bene. 

     

    Una ragazza nata con l'aiuto di un donatore sta valutando di contattare il suo donatore di seme

    Come contattare il donatore 

    Quindi in che modo tuo figlio può contattare il donatore? Potrà farlo? Dipende dal fatto che il donatore sia con Identità Rilevabile o con Identità Non Rilevabile. 

    Contattare un donatore con Identità Rilevabile  

    Se si tratta di un donatore di seme con identità rilevabile, quando tuo figlio compie 18 anni può contattare Cryos e ricevere informazioni per contattare il donatore. Le informazioni sono fornite dal donatore al momento della donazione e comprendono il nome, il cognome, l'indirizzo fornito a Cryos e la data di nascita. Con queste informazioni i figli possono cercare di contattare il donatore, se lo desiderano. Per ottenere le informazioni da Cryos, tuo figlio deve mostrare un certificato attestante che è nato con il seme del donatore in questione. Puoi contattare il nostro Servizio Clienti per ottenere un certificato per lui.

    Se si tratta di un donatore con Identità Non Rilevabile

    Alcuni donatori sono felici di aiutare altre persone a realizzare il sogno di avere un figlio, ma allo stesso tempo non desiderano conoscere i figli concepiti grazie alle loro donazioni. Sono i donatori con Identità Non Rilevabile. Possono avere un Profilo Base o un Profilo Esteso. Quello che li accomuna è la decisione di non essere contattati dai figli concepiti con il loro seme, perciò Cryos non potrà fornire altre informazioni su questi donatori, in aggiunta a quelle già disponibili nei loro profili.  

    È vero però che con gli attuali test del DNA esiste la possibilità che figli e donatori possano ritrovarsi nonostante il donatore abbia scelto di essere un donatore con Identità Non Rilevabile. I bambini di uno stesso donatore di seme potrebbero anche riuscire a ritrovarsi tra loro: ti consigliamo di prepararti (e di preparare tuo figlio) a questa eventualità.

      

    Un ragazzo parla con sua madre prima di contattare il proprio donatore di seme

    Cosa considerare quando si contatta il donatore di seme

    Se tuo figlio ha domande sul donatore, il consiglio generale è quello di avere un atteggiamento quanto più possibile aperto e solidale. Come genitore dovrai anche prepararlo ai possibili risultati, se decide di approfondire ulteriormente le proprie origini genetiche. Ci auguriamo che il donatore sia disponibile a essere contattato e che aiuti tuo figlio rispondendo alle sue domande, ma a volte le cose non vanno come si spera ed è opportuno che tuo figlio lo sappia e che consideri questa eventualità prima di contattare il donatore o altri parenti genetici. 

    • Il donatore potrebbe non essere quello che immaginava o sperava. In 18 anni e oltre possono succedere molte cose e la vita attuale del donatore potrebbe essere completamente diversa rispetto a quella del periodo in cui ha donato il seme. Parla con tuo figlio delle sue aspettative e della possibilità che il donatore sia una persona molto diversa da quella che immagina. Qualunque cosa accada è sicuramente una persona meravigliosa, perché lo ha aiutato a nascere ma (probabilmente) non è un supereroe.

    • Purtroppo non si può avere la certezza che il donatore sia ancora in vita e in salute, quando il figlio è abbastanza grande da poter cercare di contattarlo.  

    • Il donatore potrebbe non essere interessato a parlare con i figli nati con il suo aiuto, né a incontrarli. I donatori con Identità Rilevabile accettano di essere contattati, in futuro, dai bambini concepiti con il loro aiuto mentre i donatori con Identità Non Rilevabile no. C'è il rischio che, se li si contatta, rifiutino qualsiasi tipo di interazione e questo riguarda anche i donatori che dopo aver inizialmente accettato di essere contattati hanno cambiato idea. Tieni presente che il donatore, al momento della donazione, ha accettato di essere contattato dai suoi discendenti genetici, ma non si è impegnato in questo senso.

    • Il ricorso a test genetici o la partecipazione a certi gruppi o a certe community sui social media possono portare a scoprire altre persone nate con il seme dello stesso donatore. E potrebbero essere più numerose del previsto. Alcune di loro però potrebbero non sapere nemmeno di essere state concepite con l'aiuto di un donatore, inoltre il donatore potrebbe non aver parlato con i suoi familiari del fatto che donava il seme, quindi è necessario adottare la massima cautela e discrezione se si cerca di contattare altre persone geneticamente legate al donatore, per evitare di rivelare segreti di famiglia.

     

    Non tutti i bambini concepiti con il seme di un donatore desiderano incontrare il loro donatore 

    In questa pagina vediamo alcune possibilità e considerazioni riguardanti i futuri contatti con i donatori. Tutti i bambini nati con l'aiuto di un donatore di seme desiderano incontrarlo? La risposta è no. Molte persone concepite con l'aiuto di un donatore sono felici di sapere che un uomo generoso ha aiutato i loro genitori a dare loro la vita ma non hanno il desiderio di incontrare il donatore o di saperne di più su di lui. Puoi trovare opinioni, considerazioni e consigli di persone concepite con l'aiuto di un donatore qui.

     

    Alcuni fattori da valutare prima di contattare un donatore di seme

    Alcuni genitori sono curiosi di saperne di più sul donatore e alcuni figli concepiti con l'aiuto di donatori potrebbero ritenere di avere il diritto di sapere chi è il loro donatore, ma ci sono due aspetti da considerare.

    Quando acquisti seme direttamente da Cryos accetti di non cercare di individuare il donatore né di accedere a qualsiasi informazione che possa portare a conoscere la sua identità o quella di altri figli nati con il suo aiuto, indipendentemente dal fatto che tu abbia scelto un donatore con Identità Rilevabile o con Identità Non Rilevabile.

    Tieni presente che questa persona ha donato il suo seme per aiutare te e altre persone a condizione che i suoi dati fossero diffusi solo con la sua approvazione e solo ai figli nati con il suo seme, una volta compiuti 18 anni. Qualsiasi altro tentativo di cercare informazioni o interazioni viola l'accordo iniziale e la privacy del donatore. Per quanto forte possa essere la curiosità, ti consigliamo quindi di trattenerti, di rispettare l'accordo e di apprezzare il dono che quell'uomo ti ha fatto.